Come aumentare le vendite nel tuo e-Commerce, e non solo

Ci sono diverse tecniche per aumentare il tasso di conversione di un sito web e-Commerce.

In questo articolo voglio riassumere i punti chiave del percorso di acquisto per aumentare il tasso di conversione del tuo e-Commerce.

Oltre alle ottimizzazioni tecniche e azioni di SEO, ci sono ulteriori punti da prendere in considerazione, vediamoli subito:

Ottimizza le pagine dei tuoi prodotti

Riprova sociale

Tutti noi siamo influenzati dalle testimonianze e recensioni.

La riprova sociale si può riassumere in 3 punti:

  1. Se sono incerto, prenderò spunto da cosa fanno gli altri.
  2. Se tante altre persone stanno facendo qualcosa, è bene che faccia anch’io lo stesso.
  3. Se tante altre persone evitano di fare qualcosa, è bene che nemmeno io lo faccia.

Aggiungere un meccanismo di recensioni e renderle visibili nelle pagine strategiche può fare la differenza.

Aggiungi immagini di alta qualità

Immagini di alta qualità non deve necessariamente significare solo “in alta risoluzione”.

Le fotografie del prodotto devono rispondere rapidamente alla domanda “Che cosa sto acquistando?”

Lasciare l’utente alla propria immaginazione spesso può rivelarsi controproducente.
Mostra il più chiaramente possibile i pregi del tuo prodotto cercando di rispondere anticipamente alle domande più frequenti che possono sorgere sul prodotto in questione.

Mostra gli sconti in percentuale e numericamente

Questa tecnica può essere molto utile sia per evidenziare lo sconto sia per far rendere conto dell’effettivo importo che risparmieranno.

Alcune persone non riescono a quantificare bene le percentuali al volo.

Questo può risultare ancora più utile con prodotti di alto costo.

Utilizza gli elenchi puntati per riassumere

Le persone non hanno tempo.
Prima della descrizione dettagliata del tuo prodotto, cerca di riassumere le sue caratteristiche e i benefici più importanti con un elenco puntato.

In questo modo renderai il potenziale cliente consapevole più velocemente e potrai scaturire la curiosità di approfondire ulteriormente la pagina.

Ottimizza la tua pagina di Check-out

Ti stai chiedendo perché è necessario ottimizzare la pagina di check-out visto l’utente ha già mostrato l’intenzione di acquistare aggiungendo il prodotto al carrello?

Eccoti i motivi principali:

  • La pagina di Check-out è dove avviene lo scambio di denaro: più precisamente è il posto in cui le persone si scontrano con i propri pensieri razionali. Come le domande: “E se il prodotto non funzionasse?”, “Ne vale davvero la pena?”, “Magari è l’ennesima truffa…”. Il tuo compito è quello di sfruttare a tuo vantaggio le leve psicologiche e predisporre l’utente all’azione definitiva.
  • Il tasso di abbandono nella fase di check-out è una metrica letale: puoi aver avviato una campagna pubblicitaria perfetta e aver convinto l’utente ad aggiungere il prodotto al carrello, ma se la tua fase di check-out non è ben ottimizzata troveranno un modo per uscire fuori senza completare la transazione. Sinonimo di spreco di denaro.

Quindi, come ottimizzare al meglio la propria fase di checkout?

Alcune regole che abbiamo trattato in precedenza per le pagine del prodotto valgono anche per la fase di checkout.

Ma rivediamo tutto in dettaglio, applicate ora all’ottimizzazione della fase di checkout.

Instaurare fiducia e anticipare le obiezioni

Ricorda: le persone in questa fase stanno, più di prima, cercando motivi per non acquistare perché è il momento in cui si stanno separando con il proprio denaro: e non è una fase semplice.

Inserisci i tempi di spedizione, le garanzie, la sicurezza del pagamento e riporta alcune recensioni strategiche cercando di anticipare le loro obiezioni e instaurare fiducia con il principio più forte nella società: la riprova sociale.

Mostra di nuovo il prodotto

Il prodotto è l’elemento principale che gli ha fatto atterrare nella tua fase di check-out.

Ricordagli cosa stanno acquistando, i problemi che risolveranno o lo status sociale che gli donerà.

Puoi farlo scegliendo l’immagine migliore del tuo prodotto e riportando l’elenco puntato con i suoi benefici.

Togli i campi inutili

Ogni frizione può scoraggiare il completamento – per motivi di pigrizia o di tempo – e quindi abbassare il tasso di conversione.
L’utente deve compiere il minor numero di azioni possibile in questa fase.

Ho visto molti proprietari di e-Commerce che:

  • chiedono di inserire doppiamente i dettagli dell’indirizzo di fatturazione e spedizione, anche se sono identici: cerca di fornire questa possibilità solo se l’utente lo richiede esplicitamente.
  • chiedono di inserire obbligatoriamente il numero di telefono: se non è un campo essenziale per la transazione, cerca di non renderlo obbligatorio oppure toglilo completamente.
  • chiedono di inserire il codice fiscale in fase di check-out: spesso è il cliente a dover richiedere la generazione della fattura.

Controlla bene gli obblighi di legge nel tuo mercato e cerca di architettare un’esperienza utente più snella possibile.

Elimina le vie di fuga

Togli tutte le distrazioni superflue: rendi difficile tornare indietro e cambiare pagina.

Elimina link dal footer e lascia solo i dati societari obbligatori per legge.
Rendi il logo un’immagine non cliccabile.

Applica questo principio per ogni elemento che possa far abbandonare la fase di pagamento.

Monitora ogni azione

Monitorare le azioni dei clienti è un’azione molto importante e ci permette di capire le loro abitudini, le perplessità, i momenti di esitazione e agire di conseguenza.

Ci sono diverse modalità di monitoraggio, ognuno di questi necessità di competenze specifiche e lughi approfondimenti.

Ti riassumo i più importanti per renderti consapevole delle possibilità.

Pubblico

Puoi avere una panoramica del tuo pubblico: che tipo di sistema operativo o dispositivo utilizzano maggiormente per visitare il tuo sito web, da quale località geografica provvengono, dati demografici, interessi e altre variabili personalizzate.

Questo informazioni, se analizzate con criterio, offrono diversi vantaggi per le tue azioni di ottimizzazione e marketing.

Percorso

Monitorare e avere una panoramica del percorso di navigazione da parte dei clienti all’interno del tuo sito web ha molteplici vantaggi decisionali.

Potresti scoprire p

Singole pagine

Grazie agli strumenti che permettono di creare delle “mappe di calore” delle tue pagine puoi analizzare:

  • Fino a che punto un utente scrolla la pagina;
  • Con quali elementi all’interno della pagina i tuoi clienti interagiscono maggiormente;
  • Come si muove un utente all’interno della pagina;

Pensi che questo articolo possa essere utile a un tuo collega? Condividilo!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Dmytro Zapolskyy

Dmytro Zapolskyy

Appassionato di innovazione e con un background di formazione in Grafica Pubblicitaria. Aiuto le PMI, artigiani e attività locali ad emergere e distinguersi grazie al Online & Digital attraverso tecniche di Marketing.
👋 Passiamo subito al sodo: parliamone.

Ehilà

Accedi al tuo account